parallax top1

Festa Patronale 2018

 

Programma Festa 2018Carissimi, con il mese di maggio torna la festa patronale della nostra parrocchia. Quest’anno il motivo della festa è arricchito dalla decisione del Santo Padre di istituire la festa liturgica di Santa Maria, venerata come “Madre della Chiesa”.  Era già stato il beato papa Paolo VI, il 21 novembre 1964, a conclusione della terza Sessione del Concilio Vaticano II, a dichiarare la Vergine «Madre della Chiesa, cioè di tutto il popolo cristiano, tanto dei fedeli quanto dei pastori, che la chiamano Madre amantissima» e a stabilire che «l’intero popolo cristiano rendesse sempre più onore alla Madre di Dio con questo soavissimo nome». Nell’istituire la nuova parrocchia di Oste Sua Ecc.za Rev.ma Mons. Mario Longo Dorni, allora vescovo di Pistoia, assieme a don Mauro Baldi, primo parroco, scelse tale nome per l’erigenda parrocchia.

 

Quest’anno, nella memoria liturgica di Nostra Signora di Lourdes, l’11 febbraio, papa Francesco ha decretato l’ingresso della celebrazione liturgica della festa di Santa Maria Madre della Chiesa nella preghiera dell’intera Chiesa perché, ha spiegato, «aiuterà a ricordare che la vita cristiana, per crescere, deve essere ancorata al mistero della Croce, all’oblazione di Cristo nel convito eucaristico, alla Vergine offerente, Madre del Redentore e dei redenti». La festa liturgica è fissata dal Santo Padre al lunedì dopo Pentecoste (quest’anno cadrà il 21 maggio).

 

Il mese mariano ci dona, ogni anno, la possibilità di affidare le nostre vite, le nostre famiglie, il nostro lavoro alla Sua intercessione e protezione. Maria, scrive il Papa nel decreto di istituzione della festa liturgica, «accettò il testamento di amore del Figlio suo ed accolse tutti gli uomini, impersonati dal discepolo amato, come figli da rigenerare alla vita divina, divenendo amorosa nutrice della Chiesa che Cristo in croce, emettendo lo Spirito, ha generato. A sua volta, nel discepolo amato, Cristo elesse tutti i discepoli come vicari del suo amore verso la Madre, affidandola loro affinché con affetto filiale la accogliessero».

 

Auguro a tutti buona festa patronale; buona festa a coloro che desiderano percorrere il cammino cristiano sulle orme del discepolo amato, a coloro che desiderano accogliere il dono di Maria per scoprirla, ogni giorno di più, Madre Sua e Madre nostra, Madre di tutti coloro che, generati alla vita della fede dal sangue e dall’acqua scaturiti dal costato aperto del crocefisso, non cessano di costruire insieme quella casa del “noi” che è la comunità cristiana.

 

don Simone 

 

diocesipistoia

logoNE small

Logoscritta1

parallax bottom1

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.