bannerALL

 

Programma Festa 2018Carissimi, con il mese di maggio torna la festa patronale della nostra parrocchia. Quest’anno il motivo della festa è arricchito dalla decisione del Santo Padre di istituire la festa liturgica di Santa Maria, venerata come “Madre della Chiesa”.  Era già stato il beato papa Paolo VI, il 21 novembre 1964, a conclusione della terza Sessione del Concilio Vaticano II, a dichiarare la Vergine «Madre della Chiesa, cioè di tutto il popolo cristiano, tanto dei fedeli quanto dei pastori, che la chiamano Madre amantissima» e a stabilire che «l’intero popolo cristiano rendesse sempre più onore alla Madre di Dio con questo soavissimo nome». Nell’istituire la nuova parrocchia di Oste Sua Ecc.za Rev.ma Mons. Mario Longo Dorni, allora vescovo di Pistoia, assieme a don Mauro Baldi, primo parroco, scelse tale nome per l’erigenda parrocchia.

 

Quest’anno, nella memoria liturgica di Nostra Signora di Lourdes, l’11 febbraio, papa Francesco ha decretato l’ingresso della celebrazione liturgica della festa di Santa Maria Madre della Chiesa nella preghiera dell’intera Chiesa perché, ha spiegato, «aiuterà a ricordare che la vita cristiana, per crescere, deve essere ancorata al mistero della Croce, all’oblazione di Cristo nel convito eucaristico, alla Vergine offerente, Madre del Redentore e dei redenti». La festa liturgica è fissata dal Santo Padre al lunedì dopo Pentecoste (quest’anno cadrà il 21 maggio).

 

Il mese mariano ci dona, ogni anno, la possibilità di affidare le nostre vite, le nostre famiglie, il nostro lavoro alla Sua intercessione e protezione. Maria, scrive il Papa nel decreto di istituzione della festa liturgica, «accettò il testamento di amore del Figlio suo ed accolse tutti gli uomini, impersonati dal discepolo amato, come figli da rigenerare alla vita divina, divenendo amorosa nutrice della Chiesa che Cristo in croce, emettendo lo Spirito, ha generato. A sua volta, nel discepolo amato, Cristo elesse tutti i discepoli come vicari del suo amore verso la Madre, affidandola loro affinché con affetto filiale la accogliessero».

 

Auguro a tutti buona festa patronale; buona festa a coloro che desiderano percorrere il cammino cristiano sulle orme del discepolo amato, a coloro che desiderano accogliere il dono di Maria per scoprirla, ogni giorno di più, Madre Sua e Madre nostra, Madre di tutti coloro che, generati alla vita della fede dal sangue e dall’acqua scaturiti dal costato aperto del crocefisso, non cessano di costruire insieme quella casa del “noi” che è la comunità cristiana.

 

don Simone 

 

31363330_1914237241921065_5762063656706681729_n.jpg

Un evento unico! Un grande privilegio per la nostra comunità di Oste.  La professoressa Emanuela Marinelli, studiosa, scienziata ed esperta a livello internazionale sulla Sacra Sindone, sarà nella nostra Parrocchia per tenere un incontro-conferenza con la presentazione scientifica del sacro telo con esposizione di una riproduzione a grandezza naturale. L'appuntamento è per venerdì 11 maggio alle ore 21.
Cosa è la Sindone? La Sindone è un lenzuolo di lino tessuto a spina di pesce delle dimensioni di circa m. 4,41 x 1,13, contenente la doppia immagine accostata per il capo del cadavere di un uomo morto in seguito ad una serie di torture culminate con la crocefissione. L'immagine è contornata da due linee nere strinate e da una serie di lacune: sono i danni dovuti all'incendio avvenuto a Chambéry nel 1532. Secondo la tradizione si tratta del Lenzuolo citato nei Vangeli che servì per avvolgere il corpo di Gesù nel sepolcro. Questa tradizione, anche se ha trovato numerosi riscontri dalle indagini scientifiche sul Lenzuolo, non può ancora dirsi definitivamente provata. Certamente invece la Sindone, per le caratteristiche della sua impronta, rappresenta un rimando diretto e immediato che aiuta a comprendere e meditare la drammatica realtà della Passione di Gesù. Per questo Papa san Giovanni Paolo II l'ha definita "specchio del Vangelo".

 

14 Manifesto concorso presepeIl Concorso del Santo Presepe, organizzato dalla nostra parrocchia, giunto alla 14^ edizione, ha lo scopo di valorizzare la tradizione del Presepe che nel corso degli anni abbiamo scoperto essere molto diffusa e in forte aumento. Il concorso è gratuito ed è aperto a famiglie, bambini, privati, enti, associazioni, attività commerciali del Comune di Montemurlo e zone limitrofe. Per iscriversi è necessario compilare la domanda di partecipazione da ritirare presso la Chiesa di Oste dal 9 Dicembre e riconsegnarla entro il 24 Dicembre. La commissione passerà a visitare, fotografare e valutare i presepi subito dopo Natale. Premiazioni il 6 Gennaio.

Continua a leggere

Manifesto Presepe Oste 2017E' stato inaugurato e benedetto lo scorso 9 Dicembre, il grande presepe artistico della nostra Parrocchia, e sarà visitabile tutti i giorni, dalle 9 alle 19, fino al 2 febbraio 2018, festa della presentazione di Gesù al tempio. Il Presepe, che anche quest’anno ricopre una superficie di 35 mq all'interno della nostra Chiesa parrocchiale,  presenta una novità strutturale che è la possibilità di poterci entrare dentro, dando la possibilità al visitatore di godere di una più ampia veduta da più angolazioni. Inoltre sono presenti nuovi effetti, nuovi personaggi, maggiore illuminazione con una immancabile cura dei particolari in grado di colpire l’osservatore più attento.

Continua a leggere

LabOratorio2018.jpg

Sarà lunedì 2 ottobre il giorno di riapertura del LabOratorio, il doposcuola della parrocchia di Oste. Cos'é? E' un luogo e un tempo dove bambini e ragazzi delle scuole medie e elementari, si ritrovano per essere aiutati nello svolgimento dei compiti scolastici. Ma non solo! al termine dei compiti vengono preparati dei laboratori di approfondimento di alcune materie scolastiche e laboratori progettuali.

Continua a leggere

diocesipistoia

logoNE small

Logoscritta1

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.