La costruzione della nuova chiesa

Non è possibile parlare della chiesa di Oste senza fare riferimento al suo ideatore Don Mauro, fu colui che fortemente si prodigò per la sua realizzazione, il quale riuscì in pochi anni a passare da un'idea della necessità della realizzazione di questo edificio alla sua esecuzione finale, trovando anche le risorse per realizzare ad Oste la nuova chiesa. Riuscì a formare un gruppo chiamato "comitato per la nuova chiesa", volle che fra i componenti di questa organizzazione fosse presente una persona per ogni famiglia del paese. Fin dai primi albori Don Mauro era sovente trovarlo impegnato nel reperire fondi per il progetto e a raccogliere con il suo furgone e i giovani del paese carta, cartoni e ferro il cui ricavato andava per la realizzazione della nuova chiesa. Numerose furono le iniziative per realizzare l'edificio sacro, a cui diedero il loro contributo tutte le famiglie di Oste.

Nell'anno 1975 venne fatta richiesta al comune di Montemurlo per la donazione del terreno adiacente la vecchia chiesina, dopo pochi mesi il consiglio comunale deliberò ad unanimità la donazione del terreno per la realizzazione della nuova chiesa di Oste. L'anno seguente venne dato l'incarico della realizzazione del progetto della nuova chiesa all'architetto Carlo Sguazzoni, questi era nato a Pistoia nel 1935, dove svolgeva la libera professione, ed è purtroppo scomparso molti anni fa.

Nel giro di pochi anni l'architetto presentò il progetto della nuova chiesa di Oste, questo avvenne in un'apposita riunione dove era presente l'intera comunità. Il progetto dopo questo passaggio riceve anche l'approvazione da parte della Commissione Pontificia di Arte Sacra, e così anche l'approvazione del Ministero dei Lavori Pubblici e del Provveditorato dei Lavori Pubblici della Toscana.

Nel 1979 viene firmato con l'impresa esecutrice il contratto di assegnazione dei lavori in Curia a Pistoia. I primi di dicembre dello stesso anno l'impresa vincitrice dell'appalto comincia i lavori e il 29 marzo 1980, domenica delle Palme, S.E. Monsignor Mario Longo Dorni Vescovo di Pistoia benedice la prima pietra. In occasione della Santa Pasqua del 1981, benchè i riti vengano celebrati ancora nella vecchia chiesetta, la notte Santa è stata rallegrata dai primi rintocchi delle nuove campane sistemate nella torre campanaria della nuova chiesa, due di queste campane provengono dalla chiesa di San Quirico Pistoiese, paese oramai spopolato, che le donò alla comunità di Oste.

La prima celebrazione nella nuova chiesa viene tenuta il 27 febbraio 1982 dal nuovo Vescovo di Pistoia S.E. Monsignor Simone Scatizzi, ma l'edificio non è ancora terminato in tutte le sue parti, mancavano i vetri alle finestre, la sede del celebrante, il tabernacolo e il battistero. Piano, piano la chiesa è stata completata ed è pronta per la sua Solenne Consacrazione dedicata a Santa Maria Madre della Chiesa che sua Eccellenza Monsignor Simone Scatizzi presiede e consacra il 29 maggio 1983 di fronte a una chiesa gremita.

diocesipistoia

logoNE small

Logoscritta1

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.